Registri

Testi e registri in prestampa

Uno dei fattori che determinano la qualità complessiva di uno stampato è rappresentato dalla precisione dei registri, cioè dalla precisione con cui i retini dei differenti colori si accostano tra di loro. Idealmente, i punti dovrebbero accostarsi in modo da formare una "rosetta", come nell'esempio-molto ingrandito- qui a lato.  

La sovrapposizione dei retini qui raffigurata consente di ottenere in stampa un grigio neutro: passando con il puntatore del mouse sull'immagine potete visualizzare il colore corrispondente. La sovrapposizione degli inchiostri diviene un fattore critico in circostanze particolari, come nel caso di testi composti in caratteri molto sottili da stampare in colore. Tuttavia i programmi di impaginazione professionali mettono a disposizione settaggi specifici per ridurre al minimo le inevitabili imperfezioni di stampa; programmi non specificamente strutturati possono invece creare difficoltà anche dove non ce ne sarebbero. Ecco un piccolo esempio. Vogliamo stampare un normale testo in colore nero: se adoperiamo un vero programma di impaginazione, assegnamo al testo l'inchiostro nero, ed il programma si occuperà di "separare" correttamente questo testo in modo che venga riprodotto soltanto sulla lastra che stamperà il nero.Questo è quanto richiesto. Se invece adoperiamo un normale programma di elaborazione testi, ottimizzato per un output su stampanti laser o a getto d'inchiostro e che quindi lavora esclusivamente in RGB, il nostro testo verrà riprodotto su tutte le lastre di stampa. Il testo sarà quindi stampato successivamente in ciascun colore di quadricromia. Questo determina inevitabilmente un aumento della densità e dello spessore dei caratteri, tanto più evidente quanto più sottile è il disegno originale del carattere; inoltre sui bordi delle lettere tendono a comparire piccole sfumature di colore, soprattutto con caratteri corsivi.Un testo come quello in alto, nell'esempio qui sotto, risulta di lettura più difficoltosa rispetto ad un testo "regolarmente" stampato in nero, che mantiene la secchezza e l'eleganza proprie del carattere